Pianetamutuo.it

MUTUI PER LAVORATORI

I mutui per lavoratori a tempo determinato sono ormai concessi dalla maggior parte degli istituti di credito.

- Quando si concedono i mutui per lavoratori a tempo determinato?

I mutui per lavoratori a tempo determinato si concedono oggi con più facilità di un tempo, a causa della precarietà nel mondo dell'occupazione e anche a causa del nuovo modo di affrontare la vita che è cambiato nel corso del tempo. È innegabile che negli ultimi decenni il corso degli eventi ha cambiato il modo di vivere, infatti i giovani tendono a laurearsi nella maggior parte dei casi, pertanto terminano gli studi attorno ai 30 anni d'età. Anche trovare un posto di lavoro fisso è sempre più difficile, a causa dei contratti a tempo che le ditte concedono e che rendono precarie la maggior parte delle persone. Il modo di agire è quindi cambiato anche nella concessione dei mutui, che ora sono accesi anche dai lavoratori a tempo determinato.

- È difficile accendere mutui per lavoratori a tempo determinato?

L'accensione di mutui per lavoratori a tempo determinato è sicuramente più difficile di quella per lavoratori a tempo indeterminato, in quanto il lavoratore atipico ha sicuramente meno garanzie da presentare, soprattutto per ciò che concerne la capacità reddituale. I lavoratori a tempo indeterminato sono avvantaggiati dall'essere assunti senza una scadenza, pertanto essi maturano un TFR spesso consistente ed in relazione al periodo lavorativo presso la medesima ditta. Inoltre, hanno la certezza di percepire uno stipendio mensile stabile, ottima garanzia se si tratta di accendere un mutuo. I mutui per lavoratori a tempo determinato invece non sono semplici da concedere per queste motivazioni, ossia la precarietà delle garanzie.

- Quali sono i requisiti da avere per ottenere mutui per lavoratori a tempo determinato?

Il lavoratore a tempo determinato che desidera ottenere un mutuo dovrà rispondere ad alcuni requisiti, necessari alla valutazione e conseguente accettazione della domanda. La banca o finanziaria cui egli si rivolgerà effettuerà sicuramente dei controlli sulla sua affidabilità creditizia presso la banca dati della centrale rischi, per scoprire eventuali iscrizioni come cattivo pagatore, protestato o pignorato. Se la verifica sarà negativa e l'affidabilità risulterà integra, si passerà all'analisi della capacità reddituale, ovvero la capacità reale di poter sostenere nel tempo l'ammortamento previsto per il mutuo per lavoratori a tempo determinato in modo regolare e senza insolvenze.

- Quali sono le garanzie richieste sui mutui per lavoratori a tempo determinato?

La banca o finanziaria è perfettamente consapevole che i mutui per lavoratori a tempo determinato sono finanziamenti rischiosi. Il lavoratore a tempo determinato, infatti, sa che il suo contratto avrà una scadenza precisa e che successivamente potrà essere rinnovato come no. Pertanto, non è certo che dopo la scadenza egli potrà contare su uno stipendio mensile. Ecco che, in presenza di uno stipendio temporaneo, gli istituti di credito chiedono garanzie alternative oltre alla paga a tempo determinato del lavoratore atipico. Le garanzie migliori, a questo punto, saranno la firma di un garante, o il porre ipoteca su immobili di proprietà. In genere, quindi, a fare da garante per i mutui per lavoratori a tempo determinato sono i genitori del giovane, che possono appunto far ipotecare immobili o proprietà per aiutarlo a pagare il mutuo.

- Quali sono le condizioni applicate ai mutui per lavoratori a tempo determinato?

I mutui per lavoratori a tempo determinato, essendo studiati per venire incontro alle esigenze dei lavoratori atipici, richiedono condizioni particolari, infatti il giovane dovrà dimostrare di avere un'età inferiore ai 35 anni e di aver lavorato almeno 30 mesi negli ultimi 3 anni. In genere i mutui per lavoratori a tempo determinato hanno anche condizioni particolari per quanto riguarda il rimborso, che potrà avvenire in modalità agevolata, ovvero interrompendo temporaneamente i versamenti delle rate, anche fino a sei mesi, per una o due volte nel corso della durata dell'ammortamento complessivo del mutuo stesso. Talvolta, alcuni istituti incentivano la ricerca di un lavoro a tempo indeterminato promettendo contrattualmente un ribasso dei tassi qualora il giovane cliente atipico fornisse il contratto di assunzione fissa della ditta per cui presterà la mano d'opera in modo fisso.

Mutui per lavoratori aggiornato il 05 Aprile 2017


Vai alla home:Pianeta Mutuo

mutui per lavoratori